Daniele Giglioli

Critica della vittima Un esperimento con l'etica

€ 12,00 / € 7,99 e-book
In pronta consegna
ISBN isbn 9788874524822 9788874525096
Data di pubblicazione: 14-02-2014
N. Pagine: 124
Formato libro: 10,5x14,8

Dalla politica al costume, dalla storia alla letteratura, dal diritto alla psicologia, Giglioli analizza la sintomatologia della vittima contemporanea: “l’eroe del nostro tempo”. Tra le sue manifestazioni, la celebrazione ossessiva della memoria, il credo umanitario che mantiene “inermi i disarmati” e “lascia intatti gli arsenali dei forti”, l’imperativo capitalista del diritto al benessere che si rovescia in frustrazione e inadeguatezza, la mitologia contemporanea della “cospirazione”: in ogni caso, la responsabilità del male è altrove, fuori da noi. Che cosa significa quindi essere vittime e quali sono le implicazioni etiche del sentirsi tali? Qual è il significato di parole come “innocenza”, “diritto inalienabile” o “immunità”? L’autore indaga l’origine dell’ideologia della vittima e il consolidarsi odierno di una strategia della lamentazione che divide la società in rei e innocenti, vittime e carnefici.

Leggi di più
E-book
Libri Italiani Accessibili
  • Daniele Giglioli

    Daniele Giglioli, docente di Letterature Comparate all’Università di Bergamo, collabora con "Il Corriere della Sera". Ha pubblicato, tra l’altro, Tema (La nuova Italia, 2001), Il pedagogo e il libertino (Bergamo University Press, 2002), All’ordine del giorno è il terrore (Bompiani, 2007), Senza trauma (Quodlibet, 2011) e Critica della vittima (nottetempo, 2014).

    Biografia completa
  • Altri libri della collana Figure

  • product-image
  • product-image
  • product-image
  • product-image
  • product-image