Daniel Lee racconta La poltrona della SS