Faraj Bayrakdar

il luogo stretto

€ 10,00 / € 4,99 e-book
In pronta consegna
ISBN isbn 9788874526307 9788874526291
Data di pubblicazione: 02-11-2016
N. Pagine: 98
Formato libro: 10.5x15
Traduzione di Elena Chiti

Per la prima volta tradotte in italiano le poesie del siriano Faraj Bayrakdar, attivista letterario, giornalista e politico. Arrestato tre volte dalle autorità siriane, due negli anni Settanta, perché dirigeva una rivista letteraria che promuoveva giovani poeti siriani, e la terza nel 1987 come membro del Partito di Azione Comunista, Faraj Bayrakdar ha passato quasi 14 anni in prigione, quattro nella famigerata carcere del deserto Tadmur “un regno di morte e follia”. Senza penne o matite, componeva i versi e li mandava a memoria, a volte con l’aiuto dei compagni di cella.“La poesia mi ha aiutato a imprigionare la mia prigione, è stata una difesa attiva.”

Nota al titolo in ebook: alcuni programmi di lettura per ebook potrebbero non avere caricati di defalult i caratteri arabi. Per abilitarli fare riferimento alle indicazioni del fornitore.

Leggi di più
E-book
  • Faraj Bayrakdar

    Faraj Bayrakdar è nato nel 1951 nel villaggio di Tir, vicino a Homs, Siria. Ha pubblicato due raccolte di poesia prima del suo arresto per motivi  politici nel 1987, ad opera del regime di Hafez Assad. Solo nel 1993 è stato  processato e condannato a 15 anni di lavori forzati. Nel 2000, grazie a una campagna internazionale, è stato finalmente rilasciato. Ha pubblicato tre raccolte di poesia, ricevendo il Prix Hellman-Hammett (1998), il PEN Freedom-to-Write Award (1999) e il Free World Award (2004). Vive in Svezia, da dove continua a battersi contro il regime di Bashar Assad. Di questo autore nottetempo ha pubblicato Il luogo stretto (2016).

    Biografia completa
  • Altri libri della collana Poeti

  • product-image
  • product-image
  • product-image
  • product-image
  • product-image