Jean-Christophe Bailly

Il partito preso degli animali

€ 12,50 / € 7,99 e-book
In pronta consegna
ISBN isbn 9788874525775 9788874528141
Data di pubblicazione: 04-11-2015
Formato libro: 14x20
Traduzione di Anna Trocchi

Come Francis Ponge dedicò una geniale raccolta di testi al partito preso delle cose, invitando gli uomini a uscire dal solco umano per portare uno sguardo diverso sugli oggetti, cosí Jean-Christophe Bailly ci invita ad aderire al partito preso degli animali. Nei saggi qui riuniti, il cammino di Bailly segue piste che solo la visione e l’esistenza animale sanno aprirci: incrociando altri modi di abitare il mondo che ci circonda, esplorando le reti inestricabili del vivente e dischiudendo al pensiero nuove configurazioni. Con le loro strategie di vita, i nascondigli invisibili, i suoni, i silenzi e le tracce della loro irriducibile alterità, gli animali costruiscono passaggi segreti attraverso lo spazio e il tempo che condividiamo con loro – verso l’aperto di cui parlava Rilke. Un sistema di geroglifici che da sempre ci interroga e stupisce, e da cui possiamo imparare molto, se rompiamo l’accerchiamento dell’antropocentrismo e sperimentiamo un altro accesso al senso, contemplando i segreti del sapere e del vivere animale: un volo di oche selvatiche, il passaggio di una lince, la danza notturna dei pesci – ed emerge l’onda di una “potenza di manifestazione” che ci avvolge e che nessuna gabbia, nessun principio di evoluzione o ideologia del progresso possono davvero contenere.

Leggi di più
  • Jean-Christophe Bailly

    Jean-Christophe Bailly (Parigi, 1949) insegna all’École nationale supérieure de la Nature et du Paysage di Blois. Poeta, filosofo e autore teatrale, ha pubblicato numerose opere, tra le quali Le versant animal (2007), Le dépaysement (2011) e La phrase urbaine (2013). 

    Biografia completa
  • Altri libri della collana Figure

  • product-image
  • product-image
  • product-image
  • product-image
  • product-image