eventi & notizie

Davi Kopenawa ad Harvard per il Climate Change

in notizie nottetempo 03/06/2019

Lo sciamano yanomami Davi Kopenawa è stato protagonista di un dibattito sul cambiamento climatico presso la prestigiosa università americana di Harvard che lo ha invitato a presiedere l'incontro del 7-8 maggio intitolato L’Amazzonia e i nostri futuri planetari: una conferenza sul Climate Change

Di fronte ai ricercatori, attivisti e artisti americani, Kopenawa ha parlato delle principali minacce per il suo territorio, come l'attività invasiva dei garimpeiros e dei boscaioli.

"La nostra terra yanomami è riconosciuta, ratificata e registrata, come un bambino nato da una donna. Ma il capitalista non vuole lasciarlo vivere. Invade le nostre terre indigene e ama la deforestazione per guadagno. Costruisce miniere, strappando la pelle alla terra e scavando buchi nel terreno. Chiude i fiumi e stermina gli alberi. L'energia che c'è qui viene da lontano, dalla terra degli indiani. La diga di Belo Monte ci sta facendo del bene? No", ha dichiarato Kopenawa.  

Conosciuto come “il Dalai Lama brasiliano della foresta pluviale”, Davi Kopenawa è uno sciamano e leader del popolo Yanomami, una tribù indigena che vive nella foresta Amazzonica. 

Lo sciamano s’impegna attivamente per proteggere la foresta della sua tribù dagli invasori e dai cercatori abusivi d'oro. L’attivismo di Kopenawa è stato riconosciuto dalle Nazioni Unite e dal governo brasiliano, che gli ha consegnato nel 2015 un premio per meriti culturali. Egli ha anche ricevuto un riconoscimento dal re della Norvegia, Harald V.