Russell Hoban

Si chiamava Lola

€ 15,00
In pronta consegna
ISBN isbn 9788874521289
Data di pubblicazione: 01-10-2007
N. Pagine: 272
Formato libro: 14x20
Traduzione di Margherita Bignardi

Max, uno scrittore che non scrive da otto anni, ma che battibecca sempre con la propria mente, esce di casa ed è subito colto da una specie di disagio. Il disagio si materializza in un cane o un grosso gatto o forse un nano, “braccia e gambe cortissime, testa grossa, un orribile faccione da bambino”. Il suo odore fa vomitare, ma nessuno sembra accorgersene. Max gli rivolge la parola e il nano ne approfitta per avvinghiarsi a lui. Finché, addentrandosi nel Victoria and Albert Museum di Londra, Max non si trova di fronte a una figura della teologia indú, il demone nano chiamato Dimenticanza. Allora, allo scrittore ritorna in mente una donna amata. Si chiamava Lola. E chiede di tornare in superficie, nella mente e nella vita di Max. Un gioco tra immaginazione e linguaggio, realtà e finzione.

Leggi di più
  • Russell Hoban

    Russell Hoban (Philadelphia 1925, Londra 2011), è stato uno scrittore di romanzi e libri per ragazzi. Nato da genitori ebrei immigrati dall’Ucraina, ha scritto opere considerate classici della letteratura per ragazzi. Ha insegnato Storia dell’Arte e poi si è dedicato completamente alla scrittura. Tra i libri pubblicati in Italia, ricordiamo La ricerca del leone (Adelphi, 1976), Il topo e suo figlio (Adelphi, 1981), Diario della tartaruga (Giano, 2002) e Il cavallo magico (Nord-Sud, 2013). Di questo autore nottetempo ha pubblicato Si chiamava Lola (2007).

    Biografia completa
  • Altri libri della collana Narrativa

  • product-image
  • product-image
  • product-image
  • product-image
  • product-image