Virginia Woolf, Lytton Strachey

Ti basta l'Atlantico? Lettere 1906-1931 A cura di Chiara Valerio e Alessandro Giammei

€ 17,00 / € 8,99 e-book
In pronta consegna
ISBN 9788874527700, 9788874529292
Data di pubblicazione: 25-03-2021
N. Pagine: 276
Formato libro: 14x20
Traduzione di Chiara Valerio e Alessandro Giammei

Virginia Woolf e Lytton Strachey si sono scritti per venticinque anni. Nelle loro lettere hanno discusso di libri, scrittura e amici che si erano comportati bene o male, hanno parlato di oceano e natura (Woolf l’amava, Strachey la sdegnava) e preso appuntamenti per il tè, mancandone parecchi. Sono lettere di cene, conversazioni nottambule e confidenze, letture intirizzite vicino al fuoco e viaggi, di ritiri tra brume gallesi o solitudini scozzesi, di ritorni al bel mondo cittadino (amato/odiato), e poi successi editoriali (immediato quello di Strachey, piú lento quello di Woolf) e affilate opinioni letterarie – cosí Dostoevskij è il piú grande scrittore mai vissuto, Henry James scrive romanzi notevoli nonostante manchi completamente di ironia, mentre l’Ulisse di Joyce è insostenibile. Pagine e pagine di mondanità, pettegolezzi, malattie o ipocondrie, una corrispondenza in cui libri e vita, piú che vicini, sono intrecciati, con malinconie ed entusiasmi che si incalzano tra le righe in mezzo a parole di infinita tenerezza – anche se “le cose che contano non si possono dire”. Chiara Valerio, che traduce le lettere di Virginia Woolf, e Alessandro Giammei, che traduce quelle di Strachey, curano la prima edizione italiana completa dello scambio tra i due scrittori, basata sugli originali archiviati in vari fondi internazionali, in particolare alla Mortimer Rare Book Collection dello Smith College in Massachusetts. Il carteggio include una sezione dedicata alla riproduzione di alcuni manoscritti.

Leggi di più
E-book
  • Virginia Woolf

    Virginia Woolf (1882-1941), scrittrice, saggista e critica letteraria, è stata tra i fondatori del Circolo di Bloomsbury. Tra i suoi libri piú celebri, ai vertici dell’innovazione romanzesca del primo Novecento, ricordiamo Mrs. Dalloway (1925), Gita al faro (1927), Orlando (1928) e Le onde (1931). Per nottetempo sono usciti Flush (2012), Freshwater (2013) e Tra un atto e l’altro (2015), curati e tradotti da Chiara Valerio, e nel 2021 il suo carteggio con Lytton Strachey, Ti basta l'Atlantico? Lettere 1906-1931, curato da Chiara Valerio e Alessandro Giammei.

    Biografia completa
  • product-image
  • product-image
  • product-image
  • Chiara Valerio

    Chiara Valerio è scrittrice, critica letteraria, autrice radiofonica e teatrale. Attualmente responsabile della narrativa italiana per Marsilio, ricordiamo, tra i suoi libri, Almanacco del giorno prima (2014), Storia umana della matematica (2016), Il cuore non si vede (2019) e La matematica è politica (2020), tutti pubblicati da Einaudi. Collabora con L’Espresso, la Repubblica e Vanity Fair

    Biografia completa
  • product-image
  • product-image
  • product-image
  • Lytton Strachey

    Lytton Strachey (1880-1932), scrittore e saggista britannico, anch’egli tra gli animatori del Circolo di Bloomsbury, è stato l’inventore di una nuova forma, raffinata e letteraria, di narrazione biografica. Tra le sue opere ricordiamo Eminenti vittoriani (1918), La regina Vittoria (1921) ed Elisabetta e il conte di Essex (1928). Nel 2021 nottetempo ha pubblicato il suo carteggio con Virginia Woolf, Ti basta l'Atlantico? Lettere 1906-1931, curato da Chiara Valerio e Alessandro Giammei.

    Biografia completa
  • Alessandro Giammei

    Alessandro Giammei è assistant professor di Italianistica e Letteratura comparata al Bryn Mawr College, in Pennsylvania. Critico letterario e scrittore, è autore della monografia Nell’officina del nonsense di Toti Scialoja (edizioni del verri, 2014) e del romanzo-saggio Una serie ininterrotta di gesti riusciti (Marsilio, 2018). Collabora con il manifesto.

    Biografia completa
  • Altri libri della collana Ritratti

  • product-image
  • product-image
  • product-image
  • product-image
  • product-image